6 dicembre 2019
Aggiornato 19:00
Nomine Authority

Zaccaria si dimette da Vicepresidente Commissione della Camera

L'ex presidente della RAI: «Motivi personali dopo gli ultimi eventi». Resta per ora Deputato del PD

ROMA - L'ex presidente della Rai Roberto Zaccaria si è dimesso da Vicepresidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera, con una stringata lettera al presidente della Commissione Donato Bruno nella quale ha indicato «ragioni personali collegate agli eventi di questi ultimi giorni», confermando di volendo restare nella commissione da semplice deputato. Almeno per il momento Zaccaria resta anche iscritto al gruppo Pd.

Amarezza per il mancato sostegno del suo partito - La decisione di Zaccaria non può non collegarsi all'amarezza per il mancato sostegno in primis del suo partito ma, in generale, dei gruppi parlamentari, all'autocandidatura da lui presentata per il nuovo collegio di Garanti Agcom, tramite invio del curriculum al presidente della Camera Gianfranco Fini. Un'autocandidatura basata sui titoli «in nome della massima trasparenza» aveva scritto Zaccaria a Fini, che però non ha incontrato il sostegno di Arturo Parisi, Sandra Zampa e qualche altro parlamentare di simpatie e formazione prodiana-ulivista.
Dopo la elezione dei nuovi Garanti Agcom e Privacy di ieri che hanno rispettato le indicazioni e gli accordi incrociati Pdl-Pd-Terzo Polo-Lega, la decisione oggi di Zaccaria di lasciare l'incarico istituzionale ricoperto in questa legislatura.