28 gennaio 2020
Aggiornato 01:30
Caso Lavitola-Tarantini

Al via l'udienza al Tribunale del Riesame Napoli su Tarantini e Lavitola

Grande attesa per le nuove mosse della Procura di Napoli

NAPOLI - Inizierà tra pochi minuti l'udienza al Tribunale del Riesame, il collegio F della ottava sezione, chiamato a pronunciarsi sulla richiesta di revoca della misura cautelare in carcere emessa, lo scorso primo settembre, nei confronti di Giampaolo Tarantini (in cella da venti giorni)e Valter Lavitola (ancora all'estero).

Presenti i difensori degli indagati: per Tarantini discuteranno i penalisti Alesandro Diddi e Ivan Filippelli che ieri hanno visto accolta dal gip la questione sulla incompetenza territoriale della Procura di Napoli sollevata con l'istanza di scarcerazione. Per Lavitola c'è l'avvocato Gaetano Balice.

In aula anche i pm titolari del fascicolo Henry John Woodcock, Francesco Curcio e Vincenzo Piscitelli. Secondo indiscrezioni non confermate dai magistrati che entrando non hanno rilasciato dichiarazioni, la Procura potrebbe depositare nuovi atti e chiedere una revoca dell'ordinanza del gip per ridiscutere la questione della competenza. E non si sa se i difensori rinunceranno al Riesame in attesa dei nuovi sviluppi oppure decideranno di discutere chiedendo la revoca della misura cautelare.