27 febbraio 2020
Aggiornato 19:00
Manovra economica

Crosetto: «Alla Lega piace il dl Tremonti». Colloquio con Alfano

Il Sottosegretario alla Difesa: «Mettono solo paletti, noi poniamo temi». Malan: «Oltre il 50% del partito non voterebbe questo dl»

ROMA - «E' legittimo che qualcuno pensi che la manovra fatta da Tremonti e varata dal consiglio dei ministri il 13 agosto scorso sia la migliore possibile, evidentemente la posizione della Lega è questa», e il messaggio che vogliono inviare è «o così o niente. Io penso che non sia un atteggiamento positivo». Lo dice a TM News il sottosegretario Guido Crosetto, commentando il nuovo no del Carroccio ad una revisione delle pensioni. Domani, annuncia Crosetto, «sentirò il segretario del Pdl Angelino Alfano» per fare il punto sugli emendamenti alla manovra.
«Vorrei capire le motivazioni del no della Lega» sulle pensioni, aggiunge il sottosegretario alla Difesa, leader dei cosiddetti 'frondisti' del Pdl critici della manovra varata dal governo prima di Ferragosto. «Si è capito che le pensioni sono un tema che divide in due la popolazione, ma io non lo capisco questo discorso di egoismo dei nonni verso figli e nipoti».
«Ci hanno chiamati frondisti, ma noi abbiamo semplicemente posto dei temi da discutere - continua - non abbiamo messo dei paletti, convinti che sia importante avere una discussione libera sul dafarsi perchè nessuno di noi ha la verità in tasca». E con tutti questi «paletti diventa più difficile il ruolo di mediazione del premier. Inviterei tutti alla riflessione, perchè anche la posizione della Lega sulla Libia sembrava giusta: ora spero che tutti si rendano conto che se l'avessimo seguita saremmo tagliati fuori dal consesso internazionale».

Mercoledì Alfano vede i gruppi del Pdl per valutare le proposte - Il segretario Angelino Alfano incontrerà mercoledì alle 19 i direttivi dei gruppi Pdl di Camera e Senato per valutare le proposte di modifica alla manovra fin qui emerse, «nel rispetto dei saldi e dei tempi parlamentari». Lo ha reso noto un comunicato dei gruppi parlamentari Pdl. L'incontro si svolgerà al Senato e sarà aperto anche ai componenti del Pdl delle Commissioni Bilancio. La riunione sarà presieduta da Gasparri, Cicchitto, Quagliariello Corsaro e dal segretario Alfano. «Nel rispetto dei saldi e dei tempi parlamentari saranno valutate le proposte sin qui emerse in un quadro di compatibilità con le intese tra i governi e le istituzioni europei».

Malan: «Oltre il 50% del partito non voterebbe questo dl» - «Venti frondisti? Ci sono capigruppo, ministri ecc. Ben oltre il 50 per cento del partito non voterebbe a scatola chiusa questa manovra. Sono anche meno di due terzi le persone disposte a sottoscrivere questa manovra scritta da una sola persona. In altre parole, una netta minoranza. Sono però anche convinto che nella totalità del partito ci sia senso di responsabilità». Lo ha detto il senatore del Pdl Lucio Malan, uno dei cosiddetti frondisti guidati dal sottosegretario Guido Crosetto, a KlausCondicio, il programma tv di Klaus Davi in onda su YouTube.