24 gennaio 2021
Aggiornato 16:00
Senato

Bersani: Ci si aspetta passo indietro da Tedesco

Il leader dei Democratici: «Casi di coscienza nel Pd limitatissimi»

ROMA - «Innanzitutto Tedesco non è più nel gruppo del Pd, poi bisogna riconoscere che ha fatto un discorso di grande dignità e ci si può aspettare che faccia un passo indietro dalle sue funzioni». Così Pier Luigi Bersani è tornato sulla vicenda del senatore per il quale ieri l'Aula ha detto no alla richiesta di arresti domiciliari.

Il segretario del Pd, in una intervista a Radio città futura nell'ambito della festa dell'Unità, ha però tenuto a precisare che «Papa non si è dimesso da deputato» e quindi la vicenda non è «esattamente simmetrica». Bersani ha poi replicato alle critiche nei confronti del gruppo al Senato che oggi si sono alzate in dissenso dalla linea del partito di votare a favore dell'arresto: «Se qualcuno per ragioni di garantismo o di coscienza ha fatto una scelta diversa sono casi limitatissimi - ha puntualizzato - la stragrande maggioranza del nostro gruppo ha votato a favore, chi non lo ha fatto se ne prende la responsabilità. Faccio notare anche che alla Camera hanno votato in 206 su 206».