16 ottobre 2019
Aggiornato 01:30
Inchiesta P4

Alfonso Papa si autosospende dal gruppo del Pdl

«Voglio evitare strumentalizzazioni, spero sia solo provvisoria»

ROMA - Alfonso Papa, nella serata di oggi, si è autosospeso dal gruppo del Pdl alla Camera. La decisione è stata comunicata dallo stesso Papa in una lettera al presidente del gruppo Fabrizio Cicchitto.

LA LETTERA - «Caro Presidente - scrive Papa nei confronti del quale pende una richiesta di arresto su cui la Giunta per le Autorizzazioni ha espresso oggi parere favorevole - la vicenda che mi vede coinvolto mi impone di combattere in prima persona una battaglia di verità e di giustizia al fine di vedermi restituiti onore e dignità come uomo e come cittadino. Al fine di evitare facili strumentalizzazioni che potrebbero far equivocare in ordine alla mia assoluta buona fede ed al mio fondamentale desiderio di percorrere ed affrontare tutte le fasi necessarie per vedere finalmente trionfare la verità, mi si impone una scelta sofferta ma meditata. Ti comunico pertanto che rimetto nelle Tue mani la mia appartenenza al gruppo parlamentare della camera del Popolo della Libertà, gruppo i cui valori sono profondamente radicati nella mia coscienza ma che non voglio in alcun modo possa essere utilizzato o strumentalizzato per campagne mediatiche o politiche che francamente esulano dalla mia vicenda personale che considero semplicemente un caso di mala giustizia e di persecuzione».
«Resto - conclude Papa - a tua disposizione, sicuro che comprenderai questo mio gesto, che auspico essere soltanto provvisorio e che vuole essere un modo per testimoniare a Te e al gruppo che presiedi non certo un allontanamento ma solo un modo per manifestare la mia vicinanza, oltre ogni egoismo, e un gesto di sensibilità volto a garantire la serenità di tutti in questo momento così difficile per il Partito ed altrettanto drammatico per la mia persona».