2 agosto 2021
Aggiornato 08:00
Emergenza immigrazione

Ufficiale libico addestrato in Italia pianifica invio immigrati

L'Unità: è Zuhair Adam, fa partire i pescherecci dalla base militare

ROMA - Gli sbarchi di cittadini libici in territorio italiano hanno un mandante: si chiama Zuhair Adam ed è un alto ufficiale della marina di Tripoli. Al Viminale, riferisce oggi il quotidiano L'Unità, dovrebbero conoscerlo bene «visto che fa parte di un gruppo di ufficiali libici venuti in Italia all'epoca dei respingimenti per partecipare ai corsi di formazione sulle tecniche di pattugliamento».

Adesso, riferisce il giornale, avrebbe cambiato mestiere. I vecchi pescherecci utilizzati per abbandonare la Libia non partono più di nascosto dalle spiagge di Zuwarah, «bensì da un porto nei sobborghi di Tripoli, sulla strada per Zawiyah, a 15 chilometri dal centro storico della capitale». «Si tratta della base militare di Sidi Bilal, a Janzour», si legge sull'Unità.