17 gennaio 2021
Aggiornato 19:00
Sanità

Follini: Tedesco in Giunta Senato la prossima settimana

Il relatore sulla richiesta d'arresto: «Tempi non brevi, ma neanche lunghi»

ROMA - Il senatore Alberto Tedesco, su cui pende una richiesta di arresto con detenzione in carcere a seguito dell'inchiesta sull sanità pugliese, verrà ascoltato dalla Giunta per le Autorizzazioni di palazzo Madama al più tardi la prossima settimana. Lo hanno riferito al termine della seduta odierna il presidente della Giunta Marco Follini e il relatore del provvedimento, Alberto Balboni, secondo cui è «adesso necessario farsi un quadro completo della situazione».

Per questa ragione e per appurare, come da «dovere costituzionale», se a carico di Tedesco ci sia un fumus persercutionis, ovvero il tentativo della magistratura di 'perseguitare il soggetto a causa della sua attività politica', la Giunta ha richiesto l'intera documentazione istruttoria a carico di Tedesco, quaranta faldoni nei quali, secondo il gip di Bari Giuseppe De Benedictis, ci sono le prove della colpevolezza del senatore.

Secondo quanto ha riferito Balboni, infatti, il gip nell'ordinanza scrive di un «sistema della gestione della sanità in Puglia clientelare e universalmente noto» , di cui tedesco sarebbe stato al vertice non già per il suo incarico nel governo regionale, quanto «in virtù della sua figura politica e dei suoi agganci» . sempre per questa ragione, il gip avalla la tesi del pm secondo cui è necessaria la detenzione in carcere di tedesco per «pericolo di reiterazione del reato» , più che per timore di inquinamento delle prove o possibilità di fuga.

Un'inchiesta, quella pugliese, che vede, oltre a Tedesco, altri 23 indagati a vario titolo (di cui alcuni già in carcere) e sulla quale la Giunta del Senato sarà chiamata ad esprimersi «quanto prima, perchè - ha detto ancora Balboni - non possiamo causare ulteriori ritardi». I tempi, conclude quindi Balboni, «non saranno brevi, ma neanche lunghi».