16 luglio 2024
Aggiornato 13:30
Caso Scazzi

Tracce di sangue su una cinta, i Ris al lavoro

Oggi l'esame del Dna per stabilire se appartiene alla ragazza uccisa

TARANTO - Tracce di sangue su una cintura sequestrata a casa Misseri sarebbero state individuate dai Ris dei carabinieri su di una cintura. A quanto apprende ApCom, le tracce sono ritenute sospette e, nelle prossime ore saranno comparate con quelle di Sarah, per verificare se il dna è compatibile con la 15enne di Avetrana sparita il 26 agosto scorso e ritrovata cadavere in fondo ad un pozzo lo scorso 7 ottobre dopo la confessione dello zio Michele. L'uomo successivamente per questo delitto ha accusato la figlia Sabrina, anche lei attualmente in carcere.
E proprio per quest'ultima sono attese nella giornata di oggi le motivazioni con le quali il Tribunale del Riesame di Taranto ha respinto la settimana scorsa la scarcerazione che era stata chiesta dal collegio difensivo della ragazza in carcere dal 15 ottobre.