20 settembre 2019
Aggiornato 13:30
Sarah Scazzi

Lo zio confessa: l'ho violentata dopo morta

«Prima l'ho strangolata con una cordicella mentre era di spalle»

AVETRANA - Sono agghiaccianti le dichiarazioni di Michele Misseri, che dopo un lungo interrogatorio questa notte ha confessato di aver ucciso nel garage di casa sua la nipote Sarah Scazzi. «L'ho strangolata con una cordicella mentre era di spalle, poi ho fatto l'amore con lei quando già era morta». Alla fine non ce l'ha fatta più ed è crollato davanti agli investigatori che lo incalzavano con domande sulla fine della nipote.
Successivamente, sempre secondo quanto riferito dall'uomo, cognato della madre di Sarah, Misseri ha denudato completamente la ragazza prima di bruciarne i vestiti ed occultare il cadavere in fondo a una cisterna in un terreno di sua proprietà.