3 aprile 2020
Aggiornato 22:30
Inchieste sul riciclaggio

Il Tribunale del Riesame si riserva su Mazzitelli e altri 20

Scaglia il 17 davanti a giudici della libertà

ROMA - Stamane la discussione dell'istanza per alcuni minuti davanti al tribunale del riesame, per sostenere l'annullamento o la riforma dell'ordinanza di custodia cautelare, e ora l'attesa per la decisione dei giudici. 21 indagati, coinvolti a diverso titolo nell'inchiesta sulla maxi operazione di riciclaggio, hanno presentato, tramite i propri legali, ricorso contro quanto stabilito dal giudice delle indagini preliminari.

Tra le posizioni che il collegio, presieduto da Giuseppe D'Arma, quella dell'ex amministratore delegato di Telecom Italia Sparkle, Stefano Mazzitelli; e l'ex responsabile dell'area regioni europee, Massimo Comito; e l'ex responsabile del Carrier sales Italy, Antonio Catanzariti.

L'avvocato Bruno Assumma ha sostenuto le ragioni dell'ex responsabile grandi aziende, in Fastweb, Bruno Zito, oltre all'ex dipendente della divisione residenziale, Giuseppe Crudele, e l'ex membro del consiglio d'amministrazione, Mario Rossetti; il direttore della divisione 'Large Account' e membro del comitato direttivo, Roberto Contin, che è agli arresti domiciliari.

I giudici dovranno prendere in esame anche la posizione dell'ufficiale della Guardia di finanza, Luca Berriola. Le pronunce del tribunale arriveranno in corrispondenza con la scadenza dei termini della custodia cautelare. Il ricorso degli avvocati del fondatore di Fastweb, Silvio Scaglia, invece, sarà discusso il 17 marzo prossimo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal