19 novembre 2019
Aggiornato 21:00
Missione ISAF

Afghanistan, Napolitano: «Addolorati ma certi missione condivisa»

«Portare avanti impegno nella lotta al terrorismo»

ROMA - Il dolore per la morte del parà italiano in Afghanistan e il ferimento di altri soldati non può mettere in discussione l'importanza della missione che l'Italia sta svolgendo in quell'area. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, incontrando al Quirinale il presidente estone Toomas Hendrik Ilves, ha dedicato parte della sua dichiarazione alla stampa all'Afghanistan che «sta diventando un teatro tra i più duri e rischiosi».

«In questo momento - ha detto Napolitano - dobbiamo con dolore registrare la perdita di un soldato e siamo solidali con i feriti. Ma siamo persuasi che ci sia larga comprensione e condivisione nell'opinione pubblica italiana nel portare avanti l'impegno in Afghanistan». Questo va «nell'interesse di tutti i paesi sempre esposti al terrorismo - ha concluso Napolitano - finchè non se ne sradicheranno alcune centrali e le ragioni di fondo».