16 ottobre 2019
Aggiornato 13:30

HPV, Moige: serve maggiore informazione per le famiglie

E l’ampliamento delle coorti di età

ROMA - Il Moige – Movimento Italiano Genitori alla luce dei dati presentati oggi sulla diffusione fra le ragazze di tutta Italia della vaccinazione contro il Papilloma virus ritiene fondamentale che si attivino tutti gli strumenti di comunicazione, informazione e di sensibilizzazione per rendere le famiglie maggiormente consapevoli di donare alla propria figlia questo importante strumento di prevenzione e chiede che siano ampliate le coorti di giovani aventi diritto alla gratuità del farmaco.

«I dati sull’attuale situazione vaccinale contro il tumore al collo dell’utero – HPV presentati oggi dalla Associazione donneinrete.net dimostrano quanto ci sia ancora da fare in Italia nella lotta a questa grave malattia», ha affermato Maria Rita Munizzi, Presidente Nazionale del MOIGE – Movimento Italiano Genitori «Purtroppo ad oggi il fatto che in media poco più di una bambina su 2 delle aventi diritto sia stata vaccinata e che ci siano delle differenze così profonde fra le varie regioni italiane, alcune con una copertura quasi dell’80% altre invece che superano di poco il 40%, dimostra la necessità che gli investimenti vaccinali come questo necessitino di essere accompagnati da campagna informative adeguate rivolte in primis ai genitori, ma anche ai ragazzi e ai medici pediatri. Infine chiediamo che sia ampliata la coorte delle giovani alle quali è fornita gratuitamente questa vaccinazione che in futuro potrebbe rappresentare per loro un vero e proprio salvavita.»