ambiente

Mobilità sostenibile, boccata d'ossigeno per il Mezzogiorno: arrivano 13 milioni di euro

Si tratterebbe di interventi rivolti a potenziare una serie di aree, tra cui la sicurezza stradale, la riduzione del traffico e dell’inquinamento e, naturalmente, il potenziamento di servizi di bike e car sharing

Mobilità sostenibile, boccata d'ossigeno per il Mezzogiorno: arrivano 13 milioni di euro
Mobilità sostenibile, boccata d'ossigeno per il Mezzogiorno: arrivano 13 milioni di euro (foto d'archivio)

ROMA - A essere potenziati dovrebbero essere soprattutto i servizi di bike e car sharing, non soltanto al Nord, ma soprattutto al Mezzogiorno, territorio completamente escluso dai maggior players attualmente presenti in Italia, come Car2Go ed Enjoy (quest’ultimo, infatti, copre solo la città di Catania). Il decreto della direzione generale Clima-Energia ha messo sul piatto ben 35 milioni di euro per lo sviluppo di progetti legati alla mobilità sostenibile.

Mobilità sostenibile nel Mezzogiorno
Venti milioni di euro andranno al Nord Italia, per finanziare 23 progetti, mentre oltre 13 milioni di euro saranno diretti al centro-sud, per finanziare 14 progetti. Come ha spiegato il ministero dell’Ambiente, si tratterebbe di interventi rivolti a potenziare una serie di aree, tra cui la sicurezza stradale, la riduzione del traffico e dell’inquinamento e, naturalmente, il potenziamento di servizi di bike e car sharing.

Rispettare l’accordo di Parigi
«Sono quattro i progetti che verranno cofinanziati nelle Marche, due nel Lazio, in Sardegna e in Toscana, uno in Calabria, Campania, Abruzzo e Sicilia - ha detto l ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti -. Sono entusiasta per l’ampia partecipazione con più di 100 comuni e altri enti locali che hanno presentato iniziative di grande rilievo per le loro realtà. Promuovere una nuova mobilità nei nostri centri urbani non significa solo migliorare la qualità dell’ambiente e quindi la vita delle persone, ma contribuire ai grandi obiettivi indicati dall’accordo di Parigi sul clima».

I progetti finanziati nel Sud
Ricevono quasi un milione di euro a testa in Toscana il progetto "MODI’" della Provincia di Livorno, "GRO.AR" del comune di Grosseto e «Mosaico Siena». Nel Lazio sono finanziati i progetti del Comune di Fiumicino (Fiumicino e Cerveteri sulla linea della eco mobilità, 922 mila euro) e quello denominato «Prossima fermata: Latina sostenibile» con 732mila euro. Sempre al Centro, nelle Marche, è premiata l’Unione Montana del Catria e Nerone con un milione di euro per il progetto di educazione a percorsi di buona mobilità, il comune capoluogo di Ancona con 997mila euro destinati a «MobiliAttivAncona», Teramo per il progetto MoveTE, Pesaro con Move on Bike (quasi 600 mila euro). Nel Mezzogiorno c’è in graduatoria la città di Napoli con il progetto di mobilità ciclabile, l’iniziativa del capoluogo calabrese «Reggio in Bici» e quella del comune di Erice (una mobilità senza emissioni per l’Ericino) cui vanno un milione di euro a testa di fondi statali. In Sardegna poco meno di un milione sono destinati a Cagliari «per una mobilità intelligente e sostenibile» e a Sassari, cui vanno 960mila euro per il progetto "MO.S.S."