crowdfunding

Glass to Power, la finestra fotovoltaica trasparente che produce energia (cerca soci)

Glass to Power è uno uno spin-off dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, specializzata nella realizzazione di moduli di finestre con pannelli fotovoltaici trasparenti e incolori

Glass to Power, la finestra fotovoltaica trasparente che produce energia
Glass to Power, la finestra fotovoltaica trasparente che produce energia (ANSA)

MILANO - In un futuro non troppo lontano gli edifici potranno essere interamente realizzati con finestre trasparenti fotovoltaiche in grado di produrre energia elettrica. Il progetto si chiama Glass to Power ed è uno uno spin-off dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, specializzata nella realizzazione di moduli di finestre con pannelli fotovoltaici trasparenti e incolori, che produrranno circa 50W/mq e che possono integrarsi, senza alcun problema estetico, nell’architettura degli edifici.

La finestra trasparente che produce energia
L’idea di Glass to Power si basa sulla tecnologia dei concentratori solari luminescenti (LSC): lastre semitrasparenti di materiali plastici nelle quali vengono mescolati dei cromofori che, a seguito dell’assorbimento della luce solare, riemettono fotoni a lunghezza d’onda infrarossa. Questi fotoni sono guidati per riflessione totale interna ai bordi del dispositivo dove vengono convertiti in elettricità da normali celle fotovoltaiche. La tecnologia messa a punto da Glass to Power prevede l’impiego di nanoparticelle ingegnerizzate, che massimizzano l’efficienza di conversione energetica.

Come funziona
L’innovazione, brevettata con acquisizione della licenza esclusiva, è stata concepita dai professori Sergio Brovelli e Francesco Meinardi e in poco tempo è diventata un’ idea di business, con la fondazione, nel settembre 2016 della startup, che ha aggregato importanti soci, tra cui l’ Università di Milano Bicocca, Federico De Nora Spa, Karma Srl e TEC Sr, con l’obiettivo di sviluppare tutta l’attività di ricerca industriale necessaria a creare rapidamente un prodotto industriale. «Abbiamo raggiunto accordi con partner industriali e commerciali, tra cui Kone e stabilito contatti con rilevanti studi di architettura, tra cui Foster and Partners a Londra, che hanno mostrato un forte interesse per il nostro prodotto - affermano i componenti della squadra di G2P -. Al momento non ci sono concorrenti che abbiano sviluppato una tecnologia con il livello di trasparenza ed efficienza di Glass to Power che, in più, ha il vantaggio della copertura del brevetto nei principali Paesi del mondo».

Un mercato da oltre 2 miliardi di euro
La tecnologia di G2P ottimizza l’efficienza energetica degli immobili, permettendo di raggiungere gli obiettivi della Direttiva UE 2010/31/EU per i fabbricati di nuova costruzione che dovranno presentare un consumo energetico vicino a zero (nZEB), a partire dal 2020. Secondo il report n-tech Research del 2015, il mercato globale dei sistemi building integrated photovoltaics (BIPV), in particolar modo nel settore delle facciate e finestre, raggiungerà i 2,1 miliardi di dollari nel 2018 e i 6,3 miliardi entro il 2022, mostrando un tasso annuo di crescita composto del 30% nei prossimi 5 anni. L’Europa rappresenta in questo contesto circa il 40% del totale.

La campagna di equity crowdfunding
Glass to Power ha appena lanciato la sua campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma CrowdFundMe con l’obiettivo di raccogliere - entro la prima settimana di settembre - ben 183.750 euro. I fondi saranno impiegati al 65% in spese di ricerca e sviluppo, che includono l’ingegnerizzazione del prodotto e al 35% di marketing, con attività mirate ad acquisire nuovi partner tecnologici e commerciali che consentiranno di gestire l’intera filiera della produzione e distribuzione delle finestre fotovoltaiche trasparenti.