27 febbraio 2021
Aggiornato 19:30
innovazione

FORMcard, la bioplastica che aggiusta tutto

Se immersa in acqua diventa malleabile e può adattarsi a qualsiasi materiale e forma: quando si raffredda diventa dura come nylon. Ecco FORMcard

ROMA - C’era una volta l’Attack, la colla che aggiustava (quasi) tutto. Piatti andati in frantumi, giocattoli, bambole di ceramica e addirittura i vestiti strappati. Oggi anche nel settore del «recupero» l’innovazione ha fatto passi in avanti. Con FORMcard, la bioplastica innovativa che è in grado di aggiustare praticamente qualsiasi cosa. O quasi.

La bioplastica che aggiusta tutto
E’ stato inventato dal designer inglese Peter Marigold ed è grande quanto una carta di credito, così che tenere FORMcard nel portafoglio diventa un gioco da ragazzi. In questo modo il materiale può essere usato in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo ci troviamo. Basta immergere la bioplastica in acqua calda perché questa diventi immediatamente malleabile e lavorabile, per tornare rigida e resistente a mano a mano che si raffredda. E una volta freddo, questo nuovo materiale è davvero super resistente e può riparare quasi tutto: ombrelli, maniglie, giocattoli e tanto altro ancora. L’utente può, in questo modo, dare largo spazio alla sua creatività creando dei veri e propri oggetti da portare sempre con sé: pensate, ad esempio, a supporti per i nostri smartphone, recipienti, manici per i nostri utensili.

La plastica non è tossica
Le tessere sono disponibili in varie confezioni che possono contenere dai 3 ai 17 pezzi per un costo che non supera le 40 sterline (poco più di 50 euro). Le tessere di questa bioplastica sono completamente atossiche e non rappresentano nessun rischio per la nostra salute