4 aprile 2020
Aggiornato 05:00
'Mosca protagonista globale decisiva"

Usa-Russia, Trump chiede a Tillerson di riallacciare le relazioni con Putin

Rilanciare le relazioni tra Stati Uniti e Russia, attualmente in pessime condizioni. Questa la mission impossibile affidata dal presidente Donald Trump al segretario di Stato Rex Tillerson

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/06/20170606_video_14052442.mp4

NUOVA ZELANDA - Rilanciare le relazioni tra Stati Uniti e Russia, attualmente in pessime condizioni. Questa la mission impossibile affidata dal presidente Donald Trump al segretario di Stato Rex Tillerson. La Casa Bianca ha chiesto al vertice della diplomazia di Washington di ignorare le polemiche al calor bianco sul piano interno riguardo ai rapporti dell'amministrazione con il Cremlino e di riprendere i contatti, dinamitati dalle tensioni politiche statunitensi. Tillerson ha rivelato la richiesta nel corso di una conferenza stampa a Wellington, capitale della Nuova Zelanda, tappa di un tour diplomatico nel continente australe che lo ha condotto in Australia e a Singapore. Un viaggio che si è svolto alla vigilia di un'audizione congressuale dell'ex direttore dell'Fbi James Comey, licenziato in tronco da Trump, mentre si fanno sempre più pesanti i dubbi riguardo a un possibile impeachment del presidente a seguito dei presunti contatti occulti con Mosca nel corso della campagna elettorale.

"Russia protagonista globale decisiva"
"Il presidente è stato molto esplicito con me" ha detto Tillerson. "La Russia è un protagonista globale decisivo e oggi le nostre relazioni bilaterali sono a un punto molto basso e continuano a deteriorarsi. E così mi ha chiesto di riprendere un processo di tessitura diplomatica con la Russia per valutare se possiamo dapprima stabilizzare le relazioni, per non farle peggiorare ulteriormente, e poi se possibile identificare aree di reciproco interesse per ricostruire nuove basi di fiducia per riprendere a lavorare insieme. Ed è quello che stiamo facendo".

Collusione? 
Il segretario di Stato ha poi rifiutato ogni commento relativo ai sospetti di collusione con la Russia da parte dell'amministrazione Trump e non di non essere mai stato nemmeno sfiorato da quelle vicende.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal