2 ottobre 2022
Aggiornato 14:30
Prima dello sconto mortale a Sesto San Giovanni

La foto di Anis Amri mentre passa alla Stazione Centrale di Milano

La Questura di Milano ha diffuso la foto dell'attentatore di Berlino al suo arrivo alla Stazione Centrale a Milano con un treno proveniente da Torino. E' 00.58 del 23 dicembre. Poche ore dopo, alle 3.08, il controllo e la scontro a fuoco mortale con gli agenti

MILANO - La Questura di Milano ha diffuso la foto di Anis Amri, l'attentatore di Berlino, al suo arrivo alla Stazione Centrale a Milano con un treno proveniente da Torino. E' 00.58 del 23 dicembre. Poche ore dopo, alle 3.08, il controllo e la scontro a fuoco mortale con gli agenti di una volante in Piazza Primo Maggio a Sesto San Giovanni, dove Amri è arrivato in autobus.

Una rete di protezione in Italia?
Dopo la strage di Natale nel mercatino di Berlino, costata la vita a dodici persone, gli inquirenti stanno ricostruendo le ultime ore di vita dell'attentatore tunisino. Si cerca di capire se l'Italia fosse solo una tappa di passaggio, se Amri potesse contare su una rete di protezione, dove fosse diretto.

Quel biglietto da Lione a Milano passando per Torino
L'analisi delle immagini registrate dalle videocamere di sorveglianza alla stazione di Lione hanno invece confermato che Amri è transitato dalla Francia prima di arrivare in Italia. Dei biglietti di treno per la tratta Lione-Chambery-Milano, via Torino, pagati in contanti, sono stati rinvenuti su Amri, ma il ministro dell'Interno francese Bruno Le Roux ha chiesto "la più grande cautela" sull'itinerario del presunto terrorista, che in un video diffuso dai siti jihadisti dopo la sua morte aveva espresso adesione allo Stato islamico (Isis). Le autorità tedesche, per loro conto, stanno ricercando eventuali complici, mentre tre parenti del presunto terrorista, sono stati fermati sabato in Tunisia.