21 marzo 2019
Aggiornato 08:00
Farage: "Un'Europa di Stati nazionali"

Brexit, è ufficiale: Gran Bretagna fuori dall'Ue

Esulta Farage, leader dell'Ukip, il partito per l'indipendennza britannica: "Osate sognare, l'alba è sorta su un Regno Unito indipendente". Borse a picco

LONDRA - "Osate sognare, l'alba è sorta su un Regno Unito indipendente", così Nigel Farage, leader dell'Ukip, il partito per l'indipendennza britannica, ha salutato l'addio della Gran Bretagna all'Unione europea. È questo, infatti, il risultato del referendum elettorale sulla Brexit.

16,8 milioni di britannici per il Leave
Dopo una lunga notte d'attesa, dunque, il Regno Unito ha scelto di lasciare l'Europa, un risultato ufficiale, stando ai dati della Bbc, secondo i quali il "Leave" ha superato la quota di 16,8 milioni di voti necessari per vincere.

Borse a picco
Il risultato ha provocato gravi scossoni sui mercati internazionali aperti nella notte. La sterlina ha accusato il colpo, ampliando le perdite sul dollaro a 1,33. Nella seconda parte delle contrattazioni, la Borsa di Tokyo sta facendo registrare un crollo dell'8,30%. Sono crollati anche i prezzi del greggio in Asia.

Farage: "Un'Europa di Stati nazionali"
"Spero che questa vittoria ci porti ora a un'Europa di Stati nazionali sovrani che negoziano insieme", ha concluso Farage, che ha chiesto ai britannici di fare del 23 giugno il britannico "independence day".

(Immagini Afp)