17 giugno 2021
Aggiornato 02:00
Relazioni USA-Russia

Vladimir Putin risponde al presidente Joe Biden: «Assassino? Chi lo dice sa di esserlo»

Il Presidente russo replica al suo omologo russo: «Ci conosciamo personalmente. Come risponderei? Gli direi: ti auguro ogni bene. Gli auguro solo buona salute»

Il Presidente russo, Vladimir Putin
Il Presidente russo, Vladimir Putin ANSA/EPA

Il presidente russo Vladimir Putin ha rilasciato un commento sulle recenti dure osservazioni del leader statunitense Joe Biden su di lui, dicendo che gli avrebbe semplicemente «augurato ogni bene». Nella sua intervista con ABC News, Biden ha detto che Putin avrebbe dovuto «pagare un prezzo» per presunte interferenze nelle elezioni presidenziali statunitensi. Al leader degli Stati Uniti è stato anche chiesto se considera il presidente russo un «killer» e lui ha acconsentito.

«Ci conosciamo personalmente. Come risponderei? Gli direi: ti auguro ogni bene. Gli auguro solo buona salute. Lo dico seriamente, non è uno scherzo», ha detto Putin in un incontro online con la Crimea. «Quando valutiamo altre persone, quando valutiamo altri stati, altri popoli, ci guardiamo sempre allo specchio», ha aggiunto.

«Pronto a parlare con Biden oggi o lunedì»

Il presidente russo Vladimir Putin si è detto pronto a un colloquio con l'omologo americano Joe Biden nei prossimi giorni. «Potrebbe essere sia oggi oppure lunedì. Siamo pronti a qualsiasi ora comodo per la controparte americana», ha detto il presidente russo all'emittente Rossiya 24. «In quanto principali potenze nucleari», ha detto Putin, Russia e Stati Uniti sono responsabili della stabilità strategica del mondo.

«Potremmo discutere sia dei rapporti bilaterali, sia solo di questa stabilità strategica, e di come risolvere i conflitti regionali, e di altri problemi che l'umanità deve affrontare oggi, come, tra le altre cose, la lotta alla pandemia», ha precisato il presidente russo.

Biden non pentito di aver definito Putin «un assassino"

Il presidente americano Joe Biden non si è pentito di aver definito «un assassino» l'omologo russo Vladimir Putin. Lo ha dichiarato oggi la Casa Bianca. A una domanda della stampa se il presidente Biden rimpianga di aver definito Putin un killer, la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha risposto: «No, il presidente ha dato una risposta diretta a una domanda diretta».

Nel corso del briefing, Psaki ha quindi dichiarato che sebbene i due leader abbiano «prospettive diverse sui propri paesi e sul loro impegno nel mondo, concordano sul fatto di continuare a collaborare» su questioni di «interesse reciproco» come il trattato New Start e l'accordo sul nucleare iraniano.

Borrell (Ue): Mosca ha intrapreso «un percorso autoritario»

«E' chiaro che la Russia ha intrapreso un percorso autoritario, staccandosi ulteriormente dall'Europa, senza garantire diritti politici e proteggere i diritti umani»: è quanto ha detto il capo della diplomazia europea, Josep Borrell, nella dichiarazione rilasciata al termine dell'incontro alla Farnesina con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

«Mi aspetto dal Consiglio europeo un dibattito sulla situazione e sulla strada da seguire per il futuro», ha aggiunto Borrell in vista del vertice in programma la prossima settimana. Il capo della diplomazia ha espresso «gratitudine per le attività dell'Italia che contribuiscono allo sviluppo della politica dell'Unione europea nei confronti della Russia».

Ambasciatore russo sabato a Mosca per consultazioni

L'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Anatoly Antonov, andrà a Mosca per consultazioni sabato. Lo ha confermato in una dichiarazione l'ambasciata russa a Washington. «L'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Antonov, volerà a Mosca il 20 marzo per consultazioni. Durante gli incontri presso il Ministero degli Affari Esteri della Russia e altri dipartimenti si prevede di discutere le modalità per correggere i legami russo-americani nella crisi», ha detto l'ambasciata in un comunicato.

L'ambasciata ha inoltre affermato che dichiarazioni sconsiderate dei leader statunitensi hanno messo in pericolo le relazioni con Mosca. Un'allusione alla recenti dichiarazioni nei confronti di Vladimir Putin del presidente americano Joe Biden.