6 dicembre 2019
Aggiornato 23:30

Impeachment Trump, documenti rivelano contatti tra Giuliani e Pompeo

E' quanto emerge dai documenti rilasciati dal dipartimento di Stato Usa all'organizzazione American Oversight, da cui emerge che Pompeo parlò con Giuliani il 26 e il 29 marzo

Rudolph Giuliani con Donald Trump
Rudolph Giuliani con Donald Trump ANSA

NEW YORK - L'avvocato personale di Donald Trump, Rudy Giuliani, era in contatto con il segretario di Stato, Mike Pompeo, prima che l'ambasciatrice Usa dall'Ucraina, Marie Yovanovitch, venisse rimossa dal suo incarico, lo scorso maggio. E' quanto emerge dai documenti rilasciati dal dipartimento di Stato Usa all'organizzazione American Oversight, da cui emerge che Pompeo parlò con Giuliani il 26 e il 29 marzo.

«Ora possiamo comprendere perché Pompeo si è rifiutato di fornire queste informazioni al Congresso - ha commentato Austin Evers, direttore di American Oversight che ha ottenuto i documenti presentando istanza sulla base del Freedom of information act - si tratta di chiare tracce documentali che vanno da Rudy Giuliani allo Studio Ovale al segretario Pompeo per facilitare la campagna denigratoria contro un ambasciatore Usa».

L'ex ambasciatrice a Kiev ha accusato Giuliani

Interrogata dalla Camera, nel corso dell'inchiesta per il possibile impeachment di Trump, l'ex ambasciatrice a Kiev ha accusato Giuliani di essere stato parte della «campagna di disinformazione» e «diffamazione» orchestrata nei suoi confronti in collaborazione con esponenti ucraini corrotti, arrivata al punto di dipingerla come una «nemica di Trump» ed essere quindi rimossa dall'incarico.

Sempre davanti alla Camera, Gordon Sondland, l'ambasciatore Usa presso l'Ue, ha confermato che «tutti erano nel giro» della campagna americana per convincere il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ad accontentare la Casa Bianca, annunciando pubblicamente un'inchiesta sull'ex vicepresidente Joe Biden.