21 novembre 2019
Aggiornato 12:00
Crisi afgana

Afghanistan, presto l'annuncio di un accordo USA-Talebani

E' quanto riporta il New York Times, citando fonti Usa e straniere, nel giorno in cui Trump ha avuto una riunione con i più alti esponenti afgani

Militari americani in Afghanistan
Militari americani in Afghanistan ANSA

WASHINGTON - Stati Uniti e Talebani sono prossimi ad annunciare un accordo che prevede un primo ritiro delle truppe americane dall'Afghanistan e l'avvio di colloqui diretti tra i miliziani e il governo di Kabul. E' quanto riporta il New York Times, citando fonti Usa e straniere, nel giorno in cui il presidente americano ha avuto una riunione con i più alti esponenti dell'amministrazione e l'inviato speciale Zalmay Khalilzad, appena rientrato negli Stati Uniti dopo l'ultimo round di colloqui con i talebani.

Primo ritiro di 5.000 militari

Secondo il Nyt, l'accordo proposto prevede un primo ritiro di circa 5.000 dei 14.000 militari americani presenti nel Paese, in cambio dell'assenso dei talebani a non sostenere al Qaida e lo Stato islamico, e a impedire che le due organizzazioni terroristiche operino nelle zone sotto il loro controllo. L'intesa dovrebbe anche includere l'assenso dei talebani a sedersi al tavolo del negoziato con i rappresentanti del governo del presidente afgano Ashraf Ghani, con l'obiettivo di definire una cornice politica per la pace. Secondo le fonti Usa, talebani e governo di Kabul dovrebbero avviare i colloqui appena annunciato l'accordo, con la dichiarazione di un cessate il fuoco, anche se i combattimenti potrebbero non cessare subito.

L'intesa riguarderebbe anche Italia e Germania

I colloqui tra le due parti afgane dovrebbero portare alla definizione di una road map per l'inclusione dei talebani nel governo e alla definizione di questioni cruciali, quali il ruolo delle donne nel Paese. Dopo il primo ritiro, il grosso delle truppe americane dovrebbe lasciare il Paese nell'arco di 18 mesi. Le fonti hanno aggiunto che Italia e Germania, i due Paesi con il maggior numero di militari impegnati nella missione Nato, dovrebbero quindi definire il ritiro dei propri soldati rispetto alla partenza Usa.

Trump: «vogliamo fare un accordo»

«Ottimo incontro sull'Afghanistan... stiamo cercando di arrivare a un accordo, se possibile!»: così il presidente americano Donald Trump ha descritto su Twitter la riunione avuta oggi sull'Afghanistan. Alla riunione erano presenti il vicepresidente Mike Pence, i segretari di Stato e della Difesa, rispettivamente Mike Pompeo e Mark Esper, il capo dello stato maggiore congiunto, generale Joseph Dunford, e il Consigliere per la sicurezza nazionale, John Bolton. «I colloqui si sono focalizzati sui negoziati in corso e sull'eventuale accordo di pace e di riconciliazione con i talebani e il governo dell'Afghanistan - ha detto ai media Usa il vicesegretario stampa della Casa Bianca - l'incontro è andato molto bene e i negoziati proseguono».