12 novembre 2019
Aggiornato 01:30
Francia

Gilet gialli, Parigi: «A ultra-violenza opporremo ultra-fermezza»

Lo ha annunciato il ministro dell'Interno Christophe Castaner, mentre l'esecutivo annuncerà stasera nuove misure di «ordine pubblico». Philippe: «Faremo come contro gli hooligans»

Video Euronews

PARIGI - Il governo di Parigi intende opporre la «ultra-fermezza» alla «ultra-violenza»: lo ha annunciato oggi il ministro dell'Interno Christophe Castaner, mentre l'esecutivo annuncerà stasera nuove misure di «ordine pubblico» dopo una nuova serie di violenze durante «l'Ottavo atto» delle proteste dei «gilet gialli». «All'ultra-violenza ci opporremo con la fermezza estrema», ha detto il ministro alla polizia di Parigi, annunciando una futura legge di orientamento e programmazione per la sicurezza.

Philippe: «Faremo come contro gli hooligans»

Le autorità francesi creeranno un «dispositivo» che vieterà l'accesso alle manifestazioni in Francia di teppisti identificati: lo ha annunciato il primo ministro francese Edouard Philippe parlando a TF1 delle proteste dei gilet gialli sfociate in violenze. «Non possiamo accettare che alcune persone approfittino di queste manifestazioni per distruggere, bruciare», ha insistito il primo ministro. «A volte arrivano per distruggere, rubare, a volte per sfidare le istituzioni», ha spiegato Philippe, sottolineando che ci si comporterà come si fece «con gli hooligans negli stadi: furono identificati e fu vietato loro di partecipare a quelle manifestazioni».

«Nuova legge» per inasprire sanzioni

Il primo ministro francese ha poi annunciato una «nuova legge» che irrigidisce le sanzioni contro i «manifestanti» e le proteste non autorizzate in Francia. «Oggi, se vogliamo difendere la libertà di manifestare (...) dobbiamo evolvere la nostra legge e completare la nostra legislazione», ha affermato Philippe. «Il governo è favorevole alla modifica della nostra legge affinché punisca coloro che non rispettano questo obbligo di dichiarazione» della manifestazione, ha aggiunto il primo ministro a TF1.

Per sabato mobilitati 80.000 uomini

In riferimento alle proteste sfociate in violenza dei gilet gialli, il primo ministro francese Edouard Philippe ha detto oggi che i manifestanti «non avranno l'ultima parola. Faremo in modo di procedere agli arresti, e che la giustizia possa esprimere condanne, al fine di garantire l'ordine pubblico», ha spiegato. Per prossimo sabato è stata «presa la decisione di assicurare una mobilitazione considerevole della polizia». Lo schema nazionale di ordine pubblico verrà aggiornato e 80.000 membri delle forze di sicurezza saranno mobilitati, assieme a 5.000 poliziotti e gendarmi, secondo il capo del governo.