21 ottobre 2019
Aggiornato 18:00
Presidente francese convoca alle 19 Consiglio di Difesa

Siria, Hollande chiede intervento internazionale nel quadro dell'Onu

Il presidente francese Francois Hollande ritiene che la risposta americana in Siria debba essere proseguita a livello internazionale, con un'azione nel quadro delle Nazioni Unite

PARIGI - Dopo la repentina risposta militare di Donald Trump al presunto attacco chimico che Washington imputa a Bashar al Assad, la tensione internazionale si alza a vista d'occhio. Il presidente francese Francois Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel hanno indicato in Assad «l'unico responsabile» di quanto accaduto.

Hollande e Merkel: Assad l'unico responsabile
«Una struttura militare del regime siriano utilizzata per dei bombardamenti chimici è stata distrutta stanotte dall'intervento americano (...) Assad porta per intero la responsabilità di questo sviluppo della situazione», hanno dichiarato i due leader europei in un comunicato congiunto, assicurando che Washington li aveva preventivamente informati della sua azione. 

Hollande vuole un intervento internazionale
Ma il Presidente francese si spinge anche più in là: la risposta americana in Siria «deve essere continuata a livello internazionale», ha affermato Hollande, che riunirà questa sera alle 19 un Consiglio di Difesa all'Eliseo. Il capo di stato socialista ha auspicato «se possibile, un'azione nel quadro delle Nazioni Unite». Per Hollande, è necessario «andar fino in fondo con le sanzioni contro Bashar al Assad, così da impedire che si faccia ricorso nuovamente alle armi chimiche e che un regime distrugga il proprio popolo», ha detto il capo di stato a pamigne di una visita in Ardeche.

(fonte afp)