24 settembre 2020
Aggiornato 07:30
«Il candidato più pragmatico in politica internazionale»

Francia, media russi soddisfatti per la nomination del «filo-Putin» Fillon

È piaciuta ai media russi la nomina come candidato conservatore alle elezioni presidenziali francesi del prossimo anno dell'ex primo ministro Francois Fillon, noto per posizioni favorevoli alla Russia

MOSCA - È piaciuta ai media russi la nomina come candidato conservatore alle elezioni presidenziali francesi del prossimo anno dell'ex primo ministro Francois Fillon, noto per posizioni favorevoli alla Russia in politica internazionale che gli hanno guadagnato l'appellativo «yes man» di Putin, da parte del suo rivale Alain Juppé. Alla recente domanda se fosse preoccupato per la vicinanza di Donald Trump a Putin, Fillon ha risposto: «Non solo non mi preoccupo, lo voglio». Per poi chiedere che la Russia sia trattata come «una grande nazione» non come un paria per la annessione della Crimea.

Legami più stretti con il Cremlino
Insomma non è un mistero: Fillon vuole legami più stretti con il Cremlino e ha chiesto all'Unione europea di togliere le sanzioni su Mosca, imposte con la crisi ucraina nel 2014. E la stampa russa quindi gioisce: «François Fillon è il candidato più pragmatico in politica internazionale», ha riportato l'agenzia di stampa russa, Ria-Novosti. «Fillon è all'altezza delle aspettative del popolo francese», ha detto il la tv russa. Il canale NTV ha detto di Fillon, 62 anni, primo ministro dal 2007 al 2012: «è stato in grado di valutare gli stati d'animo della maggioranza silenziosa» nella Francia rurale; «incarna i valori tradizionali» agli occhi degli elettori.

Rispetto
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che Mosca rispetta i processi elettorali in altri paesi e preferisce non interferire. «Naturalmente ci sono candidati con i quali il nostro presidente ha avuto l'occasione di comunicare più da vicino in questi ultimi anni, e ci sono candidati con i quali ha parlato più raramente e che non conosce bene», ha detto Peskov.