17 ottobre 2019
Aggiornato 22:00
Non con truppe di terra

Obama: «La minaccia terroristica è reale, ma li sconfiggeremo»

Il presidente Barack Obama ha tenuto la scorsa notte un discorso agli americani dallo studio Ovale, parlando di terrorismo, armi e di quanto si sa ad oggi della strage di San Bernardino

WASHINGTON - La minaccia «terroristica» è reale ma li «sconfiggeremo» ha detto il Presidente Obama parlando agli americani in serata in riferimento all'attentato di San Bernardino. «La minaccia del terrorismo è reale ma la vinceremo. Distruggeremo l'Isis e qualsiasi altra simile organizzaione che volesse farci del male» ha detto Obama parlando in diretta tv dallo studio ovale.

Non demonizzare l'islam
Obama ha quindi invitato gli americani a non cedere alla paura e a non demonizzare i musulmani. «L'Isis non parla a nome dell'Islam, sono dei fanatici, degli assassini». I musulmani, ha insistito, sono nostri «alleati», non vanno guardati «con sospetto e con odio».

Armi
Obama non ha taciuto anche la delicata questione delle 'armi'. In America, ha ribadito, è troppo facile procurarsi armi e «il congresso dovrebbe agire per definire una lista di restrizione analoga alla no-fly list... Con che logica dovremmo dare il diritto a una persona sospettata di essere un terrorista di acquistare armi semiautomatiche»?

Nessuna guerra di terra
Sul fronte internazionale, gli Usa - ha proseguito Obama - non si lasceranno trascinare «in una lunga e costosa» guerra di terra in Iraq e in Siria dove, da oltre un anno, una coalizione guidata da Washington bombarda le postazioni dello stato islamico. La questione chiave, ha insistito Obama sottolineando di parlare anche come padre di famiglia, è che per battere il terrorismo non «bisogno cedere alla paura» e «abbandonare i nostri valori».

San Bernardino, altro esempio di radicalizzazione
Per quanto riguarda in particolare l'inchiesta sull'attentato di San Bernardino, Obama ha sottolineato che al momento non vi è alcun elemento per pensare che i due assassini fossero diretti «da un gruppo terroristico all'estero....ma è chiaro che queste persone hanno seguito la deleteria strada della radicalizzazione»:

Terzo discorso solenne
Quella di questa notte è stata la terza volta che Obama ha scelto di parlare agli americani in modo solenne dallo studio Ovale, la prima fu nel giugno 2010 dopo che la marea nera devastò il golfo del Messico e la seconda nell'agosto dello stesso anno per annunciare la fine delle operazioni militari in Iraq.

Raid in Siria
Un raid della coalizione internazionale diretta dagli Usa ha colpito per la prima volta un campo di addestramento delle forze regolari siriani. L'attacco aereo ha fatto 4 morti tra i soldati di Damasco. Il raid, avvenuto ieri, ha preso di mira, dice l'Osservatorio Siriano per i diritti umani «un campo di addestramento dell'esercito a Deir Ezzor, a due chilometri circa da una località sotto controllo dell'Isis».

(Con fonte Askanews)