6 giugno 2020
Aggiornato 17:30
Dopo frasi vice ministro che 'sogna' bandiera Israele nell'area

Spianata delle moschee, Netanyahu chiede moderazione al suo governo

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è stato costretto oggi a richiamare all'ordine i membri del suo governo, dopo le dichiarazioni del vice ministro degli Affari esteri Tzipi Hotovely che sogna di vedere sventolare la bandiera israeliana sulla Spianata delle Moschee

GERUSALEMME - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è stato costretto oggi a richiamare all'ordine i membri del suo governo, dopo le dichiarazioni del vice ministro degli Affari esteri Tzipi Hotovely che «sogna» di vedere sventolare la bandiera israeliana sulla Spianata delle Moschee.

Luogo più sacro, conteso
«Credo che si trovi lì il cuore della sovranità israeliana, la capitale di Israele, il luogo più sacro del popolo ebraico, e io sogno di vedere la bandiera israeliana sventolare sul monte» del Tempio, aveva spiegato Hotovely, rivendicando il diritto degli ebrei di pregare in questo luogo sacro. Parole che sono state pronunciate in un momento di grande tensione tra Israele e palestinesi, proprio mentre la Spianata delle moschee, nelle ultime settimane, è stata epicentro di violenze ripetute tra le parti.

Comunicato lapidario
L'ufficio del premier israeliano - impegnato nel tentativo di stemperare le tensioni attorno alla spianata - ha dovuto pubblicare nella notte un comunicato lapidario in cui si sostiene che la politica di Netanyahu «non è cambiata»: «il primo ministro ha detto chiaramente che si attende da tutti i membri del governo che agiscano di conseguenza», si aggiunge nella nota.

Status quo
Netanyahu aveva ribadito sabato il suo impegno a preservare «lo status quo» sulla spianata. «I musulmani pregano sul monte del Tempio; i non musulmani visitano il monte del Tempio», aveva detto.

(Con fonte Askanews)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal