2 marzo 2021
Aggiornato 09:00
Dopo trasporto avvenuto durante la notte dei migranti da Ungheria

Immigrati, Austria: Europa, svegliati

Il capo della diplomazia austriaca ha auspicato che il dramma dei migranti bloccati in Ungheria e poi trasportati durante la notte nel suo Paese, faccia aprire gli occhi all'Europa

LUSSEMBURGO (askanews) - Il capo della diplomazia austriaca ha auspicato che il dramma dei migranti bloccati in Ungheria e poi trasportati durante la notte nel suo Paese, faccia «aprire gli occhi» all'Europa.

Europa, apri gli occhi
«Benché, grazie a Dio, si sia potuto risolvere questo problema in una maniera umanitaria ieri sera, mi auguro che di fronte a questa situazione di caos l'Europa apra gli occhi», ha dichiarato il ministro Sebastian Kurz arrivando alla riunione informale del Consiglio Esteri Ue, a Lussemburgo, il cui tema principale sarà proprio l'emergenza rifugiati.

Le cose non possono continuare così
«Spero che questa situazione sveglierà» i leader europei «perché le cose non possono continuare così», ha aggiunto Kurz. Il capo della diplomazia austriaca è stato a colloquio a Lussemburgo con l'omologo della Macedonia Paese per il quale transitano i migranti arrivati in Grecia e che cercano di raggiungere il Nord dell'Europa. «Ha detto che ogni giorno migliaia di persone vengono dalla Grecia in Macedonia per continuare verso l'Austria, la Germania o la Svezia", ha dichiarato Kurz parlando di un «aumento massiccio» del numero di migranti che tentano il corridoio balcanico.

Bisogna agire
«Quelli che pensano che basta aspettare per risolvere il problema si sbagliano. Quelli che pensano che l'inverno risolverà il problema perché ridurrà il numero di migranti hanno forse ragione per quanto riguarda la rotta mediterranea verso l'Italia ma non per quanto riguarda il corridoio dei Balcani occidentali», ha insistito il ministro di Vienna.

Boom di arrivi
L'Austria si prepara ad accogliere migliaia di migranti bloccati in Ungheria che ieri sera ha deciso di trasportarle a bordo di autobus alla frontiera austriaca per porre fine ad una situazione divenuta insostenibile. Una parte di questi migranti dovrebbe in seguito continuare per la Germania che ha annunciato che non respingerà i rifugiati siriani verso il Paese attraverso il quale sono entrati nell'Ue come lo prevedono gli accordi di Dublino. Il numero totale di migranti che arriveranno in queste ore in Austria dall'Ungheria dovrebbe raggiungere le 10.000 unità. Lo ha annunciato il ministero dell'Interno austriaco. Intorno a 4.000 rifugiati hanno già oltrepassato la frontiera nella notte e nelle prime ore del mattino sotto una pioggia battente dopo essere stati trasportati al confine dagli autobus noleggiati dal governo ungherese.