18 settembre 2021
Aggiornato 16:00
Per il presidente ucraino è una «sfida al mondo civilizzato»

Putin giunge in Crimea e fa infuriare Poroshenko

L'arrivo del presidente russo Vladimir Putin in Crimea ha mandato su tutte le furie Petro Poroshenko che sfogandosi su Facebook ha dichiarato «ucraina» la penisola,«con un futuro solo in Ucraina»

MOSCA (askanews) - L'arrivo del presidente russo Vladimir Putin in Crimea ha mandato su tutte le furie Petro Poroshenko che sfogandosi su Facebook ha dichiarato «ucraina» la penisola, «con un futuro solo in Ucraina». Aggiungendo che la visita di Putin è «una sfida al mondo civilizzato».

Poroshenko non si arrende
Il presidente dell'Ucraina ha poi affermato che una tale decisione può solo influire negativamente sullo scenario nel Donbass. «Tali visite significano un'ulteriore militarizzazione della penisola ucraina e un suo maggiore isolamento» ha detto. Il presidente russo Putin a Yalta tiene oggi una riunione del Presidium del Consiglio di stato, dedicata allo sviluppo del turismo in Russia. Nel quadro di un viaggio nel distretto federale russo della Crimea, il capo di stato prenderà parte agli eventi dedicati al 170esimo anniversario della società geografica russa, della quale è un fervente sostenitore.

10 morti in 24 ore
Nel frattempo, la situazione nell'Est del Paese sembra precipitare. Dieci persone, tra cui otto civili, sono state uccise nelle ultime ventiquattro ore. Lo ha indicato un nuovo bilancio della France Presse. Le autorità ucraine hanno annunciato la morte di tre civili e due soldati nella zona controllata da Kiev; cinque civili sono stati inoltre uccisi in due località controllate dai separatisti, hanno indicato questi ultimi. Il precedente bilancio aveva invece riferito di sette vittime.