24 agosto 2019
Aggiornato 18:00
Stati Uniti

Cheney: «Obama è un incompetente»

Questo il severo giudizio dell'ex vicepresidente Dick Cheney e della figlia Liz, che hanno firmato un op-ed sul Wall Street Journal contro Barack Obama: «Raramente un presidente degli Stati Uniti è stato così in torto su così tanti argomenti, alle spese di così tante persone».

NEW YORK - «Raramente un presidente degli Stati Uniti è stato così in torto su così tanti argomenti, alle spese di così tante persone». Questo il severo giudizio dell'ex vicepresidente Dick Cheney e della figlia Liz, che hanno firmato un op-ed sul Wall Street Journal contro Barack Obama.

Secondo i Cheney, l'avanzata dei ribelli sunniti in Iraq dimostra gli errori di Obama quando dichiarava che i militanti di al Qaida erano stati decimati (agosto 2013) e che la guerra stava finendo (settembre 2011). «Troppe volte Obama ci ha detto che stava 'portando a termine' le guerre in Iraq e Afghanistan, ma la sua retorica ora si scontra con la realtà» hanno scritto padre e figlia.

«L'Iraq rischia di finire nelle mani di un gruppo di terroristi islamici, ma Obama parla di cambiamento climatico. I terroristi prendono il controllo di un territorio sempre più vasto - hanno aggiunto - e Obama va a giocare a golf. Sembra spensieratamente inconsapevole o indifferente al fatto che il ritorno della presenza di al Qaida costituisce un chiaro pericolo per gli Stati Uniti».

I Cheney hanno duramente criticato anche la possibilità di un dialogo con l'Iran per risolvere la crisi irachena: «Obama è impegnato a portare gli avversari degli americani in posizioni di potere in Medio Oriente. Prima con i russi in Siria, ora con l'Iran in Iraq. Solo un folle potrebbe credere che la linea politica americana debba essere ceduta all'Iran, il più grande sponsor del terrore».

I suoi commenti hanno già provocato polemiche negli Stati Uniti, soprattutto sui social network. Persino l'ex deputato repubblicano Joe Walsh ha criticato l'ex vice del presidente George W. Bush: «Con tutto il rispetto, Dick Cheney è l'ultima persona che dovrebbe intervenire sull'Iraq», visto il suo ruolo nella decisione degli Stati Uniti di invadere l'Iraq nel 2003.