4 aprile 2020
Aggiornato 05:00
Relazioni internazionali

Nucleare iraniano, Rohani fiducioso: «Accordo possibile»

Nonostante la quarta sessione di colloqui fra le due delegazioni svoltasi la settimana scorsa a Vienna non abbia prodotto risultati di rilievo, Teheran ha invece raggiunto un accordo con l'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) sull'adozione di cinque nuove misure che rafforzeranno la trasparenza dei programmi nucleari iraniani.

SHANGHAI - I negoziati in corso fra l'Iran e i Paesi del 5+1 (i cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza e la Germania) sui programmi nucleari iraniani dovrebbero «molto probabilmente» concludersi con un accordo entro la fine di luglio: lo ha dichiarato il presidente iraniano, Hassan Rohani.

Nonostante la quarta sessione di colloqui fra le due delegazioni svoltasi la settimana scorsa a Vienna non abbia prodotto risultati di rilievo, Teheran ha invece raggiunto un accordo con l'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) sull'adozione di cinque nuove misure che rafforzeranno la trasparenza dei programmi nucleari iraniani. L'obbiettivo finale dei negoziati con i Paesi del 5+1 è quello di raggiungere un accordo definitivo e globale sul dossier nucleare iraniano, sulla base dell'intesa temporanea (valida sei mesi ma prorogabile per altri sei) firmata il 20 novembre scorso ed entrata in vigore il 20 gennaio.

L'intesa - assai criticata da Israele - prevede che l'Iran conservi la metà dello stock di uranio arricchito al 20% per alimentare il reattore di ricerca di Teheran mentre il rimanente verrà diluito al 5%; inoltre, ulteriori operazioni di arricchimento verranno sospese per sei mesi così come la costruzione o l'ampliamento di nuovi siti. In cambio, le sanzioni di Stati Uniti ed Unione Europea in vigore in determinati settori verranno allentate, mentre rimarranno invariate le sanzioni commerciali e finanziarie americane così come quelle imposte dal Consiglio di Sicurezza dell'Onu; per un periodo di sei mesi infine non verranno imposte nuove sanzioni oltre a quella già esistenti.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal