15 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Relazioni internazionali | Nucleare iraniano

Teheran: «Sterminio ebrei tragedia crudele»

In un'intervista concessa alla televisione tedesca Phoenix, il Ministro degli Esteri iraniano Mohammed Zarif ha affermato che «lo sterminio degli ebrei sotto il regime nazista fu una crudele e funesta tragedia che non si dovrà mai più ripetere»

TEHERAN - In un'intervista concessa alla televisione tedesca Phoenix, il ministro degli Esteri iraniano Mohammed Zarif ha affermato che «lo sterminio degli ebrei sotto il regime nazista fu una crudele e funesta tragedia che non si dovrà mai più ripetere».

SUL NUCLEARE NON ACCETTEREMO ORDINI - «Non abbiamo nulla contro gli ebrei e il massimo rispetto per loro, tanto all'interno dell'Iran che fuori. Non ci sentiamo minacciati da nessuno», ha dichiarato il capo della diplomazia iraniana che si trovava a Monaco per la Conferenza sulla sicurezza.
Anche il nuovo presidente iraniano Hassan Rohani ha condannato «il massacro degli ebrei da parte dei nazisti», contrariamente al suo predecessore, Mahmoud Ahmadinejad, che aveva negato l'esistenza stessa dell'Olocausto.
In riferimento ai difficili negoziati sul nucleare iraniano, Zarif ha detto che Teheran vuole «rompere il circolo vizioso e utilizzare tutti i mezzi possibili per creare un clima di fiducia. Ma non accetteremo ordini» da altri, ha aggiunto.

PRESENTATI DUE SATELLITI PER LE TLC - L'Iran ha presentato due nuovi satelliti per telecomunicazioni, in occasione della giornata dedicata alla tecnologia spaziale: lo ha reo noto la stampa iraniana.
Si tratta dei satelliti «Khalij Fars» («Golfo Persico»), dedicato alle comunicazioni sicure e gestito dai Guardiani della Rivoluzione (pasdaran), le forze di elite del regime, e il «Tadbir» («Saggezza»), dedicato all'osservazione terrestre: il lancio di uno dei due satelliti - non precisato - avverrà entro il 20 marzo.