12 luglio 2020
Aggiornato 01:30
Grecia

Scontri all'Acropoli tra polizia e manifestanti

100 dipendenti del Ministero della Cultura chiedono gli arretrati

ATENE - La polizia greca si è scontrata questa mattina con i lavoratori che da ieri occupavano l'Acropoli, usando gas lacrimogeni per disperdere i dimostranti asserragliati all'ingresso del sito archeologico.
Circa 100 lavoratori del ministero della Cultura di Atene hanno occupato ieri mattina l'Acropoli, impedendo l'accesso ai turisti, per chiedere il pagamento di quasi due anni di stipendio arretrato. «Gli agenti anti-sommossa e la violenza non fermeranno la protesta», hanno urlato i manifestanti all'ingresso del sito.
Tuttavia, questa mattina gli agenti hanno fatto irruzione da un'entrata laterale, a seguito di un provvedimento di ingiunzione contro i manifestanti per aver bloccato l'accesso al sito, e hanno spruzzato spray al pepe per disperdere i dimostranti. Almeno una persona è stata portata via in manette dagli agenti.