28 gennaio 2020
Aggiornato 02:30
Afghanistan

Woodward e le accuse all'Italia: aragoste a Herat

Il giornalista statunitense nel suo libro «Obama Wars»: così si allontanano dalla gente

HERAT - Si parla anche di Italia in Obama Wars, il libro del giornalista statunitense Bob Woodward, arrivato in libreria. E sono parole «sarcastiche» quelle che l'autore utilizza nei confronti dei militari italiani dispiegati nell'ovest dell'Afghanistan. Come rileva oggi il quotidiano La Stampa, l'episodio centrale riguarda «la fornitura di aragoste per il nostro contingente militare a Herat, presa ad esempio per indicare un carente inserimento nella realtà dell'Afghanistan».
Il passaggio che riguarda gli italiani si trova nelle pagine 151 e 152, riferisce La Stampa. Woodward, in particolare, racconta che i team di consiglieri inviati periodicamente dall'ex comandante delle truppe Nato Stanley McChrystal per verificare la situazione sul terreno «sapevano che il ristorante della base serviva uno straordinario risotto all'aragosta».
«Gli italiani», secondo Woodward, «hanno mandato uno chef afgano in Italia e fanno arrivare in aereo le aragoste». Un episodio, si legge ancora su La Stampa, che secondo l'autore del libro è degno di essere segnalato perché dimostrerebbe una verità amara che chiama in causa lo spirito della missione italiana: «Gli italiani possono anche stare in Afghanistan ma, in contrasto con i principi che guidano la controguerriglia, rifiutano di essere parte dell'Afghanistan».