14 ottobre 2019
Aggiornato 07:30
Terremoto ad Haiti

A Port-au-Prince 150mila morti e 609mila senza tetto

Ma il bilancio salirà almeno a 200mila morti

PORT AU PRINCE - Il bilancio delle vittime del devastante terremoto del 12 gennaio ad Haiti è salito ad almeno 150.000 morti solo a Port-au-Prince e dintorni: lo ha annunciato il governo haitiano, citando il numero di cadaveri ritrovati fino ad oggi. Migliaia di altre persone sono morte in altre zone del Paese o sono ancora sepolte sotto le macerie della capitale.

La valutazione, ha precisato il ministro delle Comunicazioni haitiano, Marie-Laurence Jocelyn Lassegue, si basa sul conteggio dei corpi effettuato dalla società pubblica del Centro nazionale equipaggiamenti (Cne), che raccoglie i cadaveri e li seppellisce in una fossa comune scavata a nord di Port-au-Prince.

La cifra non comprende in particolare le migliaia di persone decedute a Jacmel, sulla costa Sud, o le vittime sepolte dai familiari. Secondo le stime delle autorità haitiane, il bilancio totale del sisma salirà ad almeno 200.000 morti. Anche se un giovane di 23 anni è stato estratto vivo dalle macerie ieri a Port-au-Prince, la speranza di trovare altri superstiti è divenuta sempre più fragile 12 giorni dopo la catastrofe. internazionale (UsAid).