19 agosto 2019
Aggiornato 00:00
Esteri. Iran

Khamenei esprime sostegno per la repressione

La Guida Suprema iraniana: «le autorità facciano il loro dovere contro i facinorosi»

TEHERAN - La Guida Suprema della Repubblica Islamica, l'ayatollah Ali Khamenei, ha espresso il proprio sostegno alla repressione delle manifestazioni anti-governative del 27 dicembre scorso, chiedendo alle autorità di «compiere il loro dovere contro i corrotti e i facinorosi».

Khamenei ha inoltre sottolineato come le manifestazioni organizzate tre giorni più tardi dal governo - alle quali hanno partecipato migliaia di persone - costituiscono «l'ultimo avvertimento» per l'opposizione: «Le autorità dei tre poteri (esecutivo, legislativo e giudiziario) hanno visto quale sia la volontà del popolo e devono compiere il loro dovere fino in fondo con i corrotti e i facinorosi».

Tuttavia, l'ayatollah ha messo in guardia contro gli eccessi: «Tutto si deve svolgere nel rispetto della legge, e tutti devono astenersi dal voler esercitare la giustizia per proprio conto», ha concluso. Nelle ultime settimane numerosi esponenti dell'opposizione sono stati bersaglio di aggressioni e intimidazioni.