28 marzo 2020
Aggiornato 19:00
La «questione tibetana»

Obama: «Riprendere il dialogo tra Pechino e Dalai Lama»

Il presidente Usa lo ha detto al suo omologo cinese Hu Jintao

PECHINO - Il presidente americano Barack Obama ha detto al suo omologo cinese Hu Jintao di essere favorevole a una ripresa rapida dei colloqui tra Pechino e i rappresentanti del Dalai Lama, il capo spirituale dei tibetani. Lo ha indicato un responsabile americano.

Pur riconoscendo «che il Tibet è parte integrante della Repubblica popolare cinese», abbiamo fatto presente che «gli Stati Uniti sono favorevoli a una prossima ripresa del dialogo» tra i rappresentanti del Dalai Lama e Pechino, ha dichiarato Obama.

Il Dalai Lama è considerato dal governo cinese come un pericoloso separatista, una accusa respinta dal leader spirituale tibetano, premio Nobel per la pace, che ha rivendicato un'ampia autonomia per la regione del sud-ovest della Cina.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal