28 marzo 2020
Aggiornato 19:30
Tibet e Diritti Umani

Domani il Dalai Lama alla Camera accolto da Fini e 150 deputati

Lettera bipartisan di «benevenuto»: l'Italia deve sostenerlo

ROMA - Accolto dal Presidente della Camera Gianfranco Fini e da una lettera di benvenuto di 146 parlamentari di diverso schieramento politico appartenenti a tutti i gruppi parlamentari di maggioranza e opposizione (Pdl, Pd, Idv, Udc) eccetto la Lega, il Dalai Lama sarà domani tutta la giornata a Montecitorio e a Roma, in occasione del quinto congresso mondiale parlamentare sul Tibet.

Nella lettera di benvenuto al Dali Lama, promossa dall'intergruppo parlamentare di amicizia Italia-Tibet, coordinato dal Radicale Matteo Mecacci, si chiede alle istituzioni italiane di promuovere e sostenere l' iniziativa politica per una soluzione pacifica e condivisa della questione tibetana. «Ci auguriamo che l`Italia, a partire dalle sue istituzioni - si legge fra l'altro- voglia e sappia cogliere ed apprezzare, come e più che in passato, il significato profondo ed universale della lotta nonviolenta per la piena libertà dei membri del popolo tibetano, nel quadro di una evoluzione e di un progresso civile di tutti i popoli di Cina».

Quello di domani - sottolinea Mecacci presentando la giornata di impegni del Dalai Lama - è un importante appuntamento e un test per la comunità internazionale sulla sua capacità di far vivere i principi su cui si fonda la civiltà moderna. Diamo quindi il benvenuto ai tanti Parlamentari provenienti da 28 nazioni differenti e di poter insieme sviluppare delle strategie di supporto per il Tibet in un periodo di gravi crisi politica che speriamo di trasformare in un`opportunità.

«Sua Santità - fa eco Penpa Tsering, Presidente del Parlamento Tibetano in Esilio con sede a Dharamsala in India - sottolinea sempre che i sostenitori del Tibet nel mondo non sono contro la Cina, ma per la pace e la giustizia. Aspettiamo di accogliere più di 200 Parlamentari da 28 diversi paesi, per sviluppare delle strategie di supporto per il Tibet in questo periodo di crisi politica.

«Il 5° Congresso Mondiale dei Parlamentari Pro-Tibet si svolgerà quattro anni dopo l`ultimo congresso ad Edinburgo, in cui hanno partecipato 133 Parlamentari da 30 paesi nel mondo. L`obiettivo del congresso è di sviluppare un piano di azione governativo per avanzare le questioni Tibetane ed assicurare supporto governativo per il processo di dialogo tra il leadership Cinese e Sua Santità il Dalai Lama o le sue rappresentative che porta una soluzione per il popolo Tibetano.

L`unico incontro del Dalai Lama con i media, previsto nel corso della sua visita a Roma che avrà inizio alle 9 con l'incontro a Montecitorio con il Presidente della Camera GIanfranco Fini cui farà seguito l'incontro con l'intergruppo Italia-Tibet, si svolgerà con una conferenza stampa alle 13. presso la Sala del Mappamondo nella Camera dei Deputati.

Le ceremonie d`apertura e chiusura del congresso saranno aperte ai giornalisti.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal