22 maggio 2019
Aggiornato 23:00
Economia

Martina (Pd) attacca: «È una manovra pericolosa, dannosa e iniqua»

Il segretario del Pd in conferenza stampa critica la legge di bilancio del governo Conte: «Scarica gli effetti peggiori su donne e giovani»

ROMA - Per il segretario del Pd Maurizio Martina quella approvata dal governo Conte «è una manovra pericolosa, dannosa, iniqua. È una manovra che scarica i suoi effetti peggiori su donne e giovani. È una manovra che rischia purtroppo di portarci fuori dall'euro e bisogna esserne consapevoli. È una manovra che aumenta le tasse sulle imprese di 4 miliardi come minimo. È una manovra fatta per gli evasori fiscali e il lavoro nero. È inaccettabile, dopo tutti i sacrifici che gli italiani hanno fatto in questi anni per uscire dalla crisi e crescere un po', rischiamo così di tornare indietro e fare dei danni incalcolabili alle imprese, alle famiglie e ai cittadini italiani. Spero che questo governo si fermi, voglia correggere buona parte dei contenuti della manovra presentata ieri in Parlamento, perché così il paese rischia davvero tanto».