5 dicembre 2022
Aggiornato 18:00
Industria

Confindustria, giro di boa per Carlo Bonomi (che studia un prolungamento del mandato)

Il presidente di Confindustria si appresta a concludere i primi due anni di mandato e a rinnovare, in parte, la squadra di presidenza. I nuovi membri verranno presentati in occasione del Consiglio generale

Il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi
Il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi Foto: Filippo Venezia ANSA

Giro di boa per Carlo Bonomi. Il presidente di Confindustria si appresta a concludere i primi due anni di mandato e a rinnovare, in parte, la squadra di presidenza. I nuovi membri verranno presentati, domani, in occasione del Consiglio generale. Ma il leader degli industriali avrebbe pronta anche una mossa a sorpresa. Nelle intenzioni di Bonomi, che dovrebbe concludere il suo incarico nel 2024, ci sarebbe, secondo quanto riportano fonti confindustriali, l'intenzione di chiedere una proroga del mandato fino al 2026. La questione potrebbe essere affrontata nella riunione del Consiglio di presidenza.

La richiesta di prolungamento del mandato, da sottoporre agli associati che si riuniranno in assemblea privata il 27 maggio, prevederebbe una modifica dello Statuto di Confindustria. Attualmente il mandato del presidente di viale dell'Astronomia prevede una durata di quattro anni.

La modifica potrebbe, a cascata, interessare anche i mandati dei presidenti delle territoriali e delle associazioni regionali. Ma la proposta di Bonomi, al momento, non avrebbe raccolto molti consensi. I malumori, nel sistema confindustriale, starebbero crescendo, ma che si trasformino in una vera e propria opposizione alla linea del presidente è tutto da vedere.

Quanto alla squadra, Bonomi dovrà sostituire la casella della vicepresidenza di Maria Cristina Piovesana che ha inviato, nei giorni scorsi, una lettera di dimissioni. All'origine della decisione, la perplessità di Piovesana per l'aspirazione di Bonomi, poi tramontata, a guidare la Lega Calcio.

In uscita da Confindustria anche Luigi Gubitosi, ex amministratore delegato di Tim.

Le voci sull'intenzione di Bonomi di prolungare la durata del mandato presidenziale starebbero circolando da tempo. Quello che stupisce, però, - riferiscono alcune fonti - è che un'eventuale modifica sia immediata e non prenda il via, invece, a partire dalla prossima presidenza. Inoltre - fanno notare le stesse fonti - per imprenditori alla guida di grandi aziende un impegno di sei anni sarebbe troppo lungo. Non tutti, insomma, possono permettersi di lasciare le proprie imprese per un tempo così ampio.

Di recente, intanto, sarebbe stata votata una modifica simile per il mandato del presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria: la durata della carica è passata da 3 a 4 anni.

Per allungare la durata del mandato, comunque, è necessario modificare lo statuto di Confindustria. L'articolo 21 dello statuto prevede che le modifiche siano deliberate dall'Assemblea dei delegati «col voto favorevole della maggioranza dei voti spettanti al complesso degli Associati effettivi». È «facoltà del Consiglio Generale sottoporre agli associati effettivi, mediante referendum, singole modificazioni dello statuto» da approvare con la maggioranza. Alle associazioni dissenzienti «è consentito il diritto di recesso, da notificare con lettera raccomandata entro 30 giorni dall'avvenuta comunicazione delle modificazioni statutarie». In ogni caso, l'obbligo contributivo permane fino al 31 dicembre dell'anno in corso.