13 novembre 2018
Aggiornato 22:30

USA, rating «AAA» a rischio senza rialzo tetto al debito

Ieri il presidente Usa, Donald Trump, ha minacciato uno shutdown del governo Usa pur di garantirsi finanziamenti per mantenere la sua promessa elettorale di costruire un muro lungo il confine con il Messico.
USA, rating «AAA» a rischio senza rialzo tetto al debito
USA, rating «AAA» a rischio senza rialzo tetto al debito (ANSA)

NEW YORK - Anche se due giorni fa il leader repubblicano al Senato Usa, Mitch McConnell, aveva garantito che «ci sono zero probabilità che il tetto al debito non sarà alzato», Fitch ha lanciato un avvertimento: il rating della prima economia al mondo verrà messo sotto osservazione per una possibile bocciatura se il Congresso non troverà «con la giusta tempistica» un accordo per aumentare il limite oltre il quale Washington non può emettere nuovo debito per finanziare le proprie attività. C'è tempo fino a fine settembre. Attualmente il rating di Fitch sugli Usa è pari a «AAA», il massimo possibile.

SHUTDOWN - Stando all'agenzia di rating i legislatori sono sottoposti a un test «di cooperazione su e di legiferazione di politiche fiscali coerenti»: il mese prossimo non dovranno solo alzare il tetto al debito ma anche trovare un'intesa per finanziare il governo nell'anno fiscale 2018, che inizia il primo ottobre (se non riusciranno a farlo ci sarà il cosiddetto «shutdown», la paralisi del governo). Ieri il presidente Usa, Donald Trump, ha minacciato uno shutdown del governo Usa pur di garantirsi finanziamenti per mantenere la sua promessa elettorale di costruire un muro lungo il confine con il Messico.

CONSEGUENZE SUL RATING - Fitch è stato chiaro: tattiche politiche volte a cercare fino all'ultimo un risultato vantaggioso sfiorando però l'orlo di uno scontro «potrebbero avere conseguenze sul rating dal momento che il fallimento nell'alzare quel tetto metterebbe a repentaglio la capacità del Tesoro di onorare i propri debiti e altri obblighi». Dal momento che le misure straordinarie messe in atto dal dipartimento del Tesoro lo scorso marzo, quando è scaduta la sospensione del tetto al debito, scadranno presto gli Usa potrebbero finire in default o non riuscire a pagare salari e benefit.
S&P Global Ratings strappò agli Usa la tripla A nel 2011, proprio quando a Capitol Hill era in corso uno scontro sul tetto al debito. Moody's ha un rating pari a «AAA».

VENDITE DI CASE IN CALO - Le vendite di case nuove negli Stati Uniti sono fortemente diminuite a luglio, al contrario di quanto atteso dagli analisti. Secondo quanto riportato dal dipartimento del Commercio americano, il dato ha registrato un calo del 9,4% rispetto al mese precedente a 571.000 unità, mentre gli analisti attendevano un dato a 615.000 unità; il dato di giugno è stato rivisto al rialzo da 610.000 a 630.000 unità. Su base annuale le vendite sono salite del 9,2 per cento.
Per esaurire completamente le case disponibili per la vendita servirebbero 5,8 mesi, il tempo più lungo dal settembre 2015. Il prezzo mediano si è attestato a 313.700 dollari. Le vendite di case nuove rappresentano circa un decimo del mercato immobiliare americano.