4 dicembre 2022
Aggiornato 23:00
+0,3% rispetto a marzo

Consumi, Confcommercio: riprendono a crescere ad aprile

Ad aprile crescono i consumi e il dato tendenziale segna un rialzo dell'1%: aumenta la spesa per beni e servizi ricreativi, cresce la domanda di beni e servizi per la mobilità e segnano un Bene turismo e ristorazione

I consumi tornano a crescere ad aprile.
I consumi tornano a crescere ad aprile. Foto: Shutterstock

ROMA - Riprendono a crescere i consumi in Italia. L'indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) registra, infatti ad aprile una crescita dello 0,3% rispetto a marzo e un incremento dell'1,0% tendenziale. In termini di media mobile a tre mesi permane una contenuta tendenza al recupero dei livelli di consumo da parte delle famiglie.

Ad aprile crescono i consumi
Rispetto a marzo - spiega il centro studi Confcommercio - l'indice registra una modesta, ma non trascurabile, crescita (+0,3%) che recupera in parte la perdita registratasi nel mese precedente (-0,5%). Tale risultato deriva da un aumento dello 0,9% della domanda relativa ai servizi e da un lieve incremento della componente relativa ai beni (+0,1%). La crescita più elevata ha riguardato la domanda per gli alberghi, i pasti e le consumazioni fuori casa (+1,3%), in ripresa dopo l'andamento negativo di marzo.

Aumenta la spesa per beni e servizi ricreativi
Variazioni positive, ma di modesta entità, si sono riscontrate anche per i beni e i servizi ricreativi (+0,4%), i beni e i servizi per le comunicazioni (+0,3%), i beni e servizi per la mobilità (+0,3%), gli alimentari, le bevande e i tabacchi (+0,1%), tutte macro-funzioni di spesa che risultano in lieve ripresa rispetto ai deludenti risultati di marzo. Stabili, rispetto al mese precedente, gli acquisti per i beni e i servizi per la cura della persona, i beni e i servizi per la casa e la spesa per l'abbigliamento e le calzature.

Cresce la domanda di beni e servizi per la mobilità
La dinamica tendenziale mostra una crescita dell'1,0%, in rallentamento rispetto a marzo. Questo risultato - spiega il Confcommercio - riflette sia l'incremento della domanda per i servizi (+1,8%) sia quello più contenuto della domanda di beni (+0,7%). Anche ad aprile l'aumento più significativo su base annua ha interessato la domanda di beni e di servizi per la mobilità (+4,7%), segmento che continua a beneficiare dell'andamento positivo delle vendite di auto e moto ai privati.

Bene turismo e ristorazione
Più contenuta è risultata la crescita per gli alberghi e i pasti e consumazioni fuori casa (+2,3%), che registrano, comunque, un miglioramento rispetto al dato di marzo. Nei confronti di aprile dello scorso anno andamenti positivi si sono rilevati anche per i beni e i servizi per la cura della persona (+0,8%) e per i beni e i servizi ricreativi (+0,7%), proseguendo nel trend di moderata crescita che ha caratterizzato gli ultimi mesi. Registrano una piccola variazione positiva sia la spesa per l'abbigliamento e le calzature (+0,3%), sia quella per gli alimentari, le bevande e i tabacchi (+0,1%).