21 novembre 2019
Aggiornato 05:30
Forum «Il nuovo fisco»

«Serve un fisco più semplice, più leggero e più equo»

E' quanto chiesto dal presidente dell'ordine dei Commercialisti di Napoli, Vincenzo Moretta, che ha introdotto il forum «Il nuovo fisco» alla presenza del direttore dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi e del presidente di Equitalia, Vincenzo Busa.

NAPOLI - Nella recente legge di Stabilità ci sono norme che «accogliamo con favore», ma occorre spingere maggiormente nella direzione della «semplificazione» per ottenere un fisco «più semplice, più leggero e più equo», con «un abbassamento delle aliquote che passa anche attraverso il contrasto all'evasione». E' quanto chiesto dal presidente dell'ordine dei Commercialisti di Napoli, Vincenzo Moretta, che ha introdotto il forum «Il nuovo fisco tra l'attuazione della delega fiscale e la legge di stabilità 2016» alla presenza del direttore dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi e del presidente di Equitalia, Vincenzo Busa.
«Ora lo sforzo comune è la semplificazione - ha dichiarato Moretta - un obiettivo di cui si parla da anni, ma non ancora raggiunto, eppure contribuirebbe a favorire la ripresa economica del nostro Paese».

Le proposte dell'Ordine dei Commercialisti
Tra le novità da apportare, secondo l'ordine professionale, ci sarebbero: l'immediata esecutività della sentenza che riconosce il diritto al rimborso di imposte versate; l'abbassamento della soglia di punibilità per l'omesso versamento di Iva e per le ritenute; il maggior termine per il ravvedimento operoso; la possibilità di presentare reclamo anche avverso gli atti di Equitalia nonché misure agevolative per imprese e professionisti. I commercialisti chiedono anche la proroga automatica dei termini per dichiarazioni e pagamenti in caso di tardiva pubblicazione dei provvedimenti o software necessari agli adempimenti fiscali nonché la sospensione feriale dei termini amministrativi tributari e l'abrogazione degli studi di settore per i lavoratori autonomi.
«Ci sono molte questioni ancora aperte, alcune sono condivisibili - ha dichiarato Orlandi - Se si ritiene necessario inserire alcune norme, verrà fatto».