12 aprile 2021
Aggiornato 21:30
Con pacchetto «taglia bollette» pmi pagano già 8-10% in meno per elettricità

Il Mise replica a Girotto (M5s) sul costo delle bollette

Il ministero dello Sviluppo Economico, in merito alle dichiarazioni del senatore del Movimento 5 Stelle, conferma la sua determinazione nel perseguire una politica di riduzione degli oneri di sistema, coerentemente con quanto già fatto negli scorsi mesi.

ROMA (askanews) - Il ministero dello Sviluppo Economico, in merito alle dichiarazioni del senatore del Movimento 5 Stelle, Gianni Girotto, conferma la sua determinazione nel perseguire una politica di riduzione degli oneri di sistema, coerentemente con quanto già fatto negli scorsi mesi. Inoltre sottolinea che grazie al pacchetto «taglia bollette» è stata già conseguita una riduzione del prezzo dell'energia elettrica per le piccole e medie imprese di circa l'8-10% su base annua.

MISE, MASSIMO IMPEGNO PER RIDURRE BOLLETTE - «Anche il presidente dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, Guido Bortoni, nell'ambito dell'audizione a margine della quale è intervenuto il Senatore Girotto, ha riconosciuto che l'approccio adottato per definire le misure del decreto legge n. 91/14 segue la via corretta, seppure difficile da percorrere, della riduzione degli oneri», si legge nella nota diffusa dal ministero. Il ministero ribadisce, pertanto, «il massimo impegno nell'attuare ulteriori misure che possano ridurre ancora l'impatto sulla bolletta elettrica degli 'oneri generali di sistema' che secondo le valutazioni dell'Autorità per l'energia ammontano a circa 15 miliardi di euro». Le misure in fase di attuazione sono finalizzate a rendere più dinamico il mercato. Tra queste, il processo di market coupling «che determina una significativa convergenza dei prezzi all'ingrosso verso i livelli medi europei, il completamento delle infrastrutture strategiche per eliminare i residui colli di bottiglia sulla rete e la piena liberalizzazione dei mercati retail».