5 giugno 2020
Aggiornato 13:30
Benzina, sciopero gestori

I consumatori denunciano: rischio speculazioni alla pompa

Chiesti controlli da parte della guardia di finanza. gli automobilisti segnalino al Casper rincari sospetti e prezzi esagerati

ROMA  - Alla vigilia dello sciopero di 3 giorni indetto dai distributori di carburanti, Casper – Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori) denuncia l’elevato rischio di speculazioni alla pompa a danno di chi oggi si appresta a fare rifornimento.
Già in passato – spiega Casper – nelle ore antecedenti la serrata dei benzinai, si sono registrati aumenti ingiustificati dei listini alla pompa, da parte dei soliti «furbetti della benzina» che non esitano a speculare sugli automobilisti in fila per il pieno.

Comportamenti ignobili e truffaldini, tesi ad approfittare dello stato di necessità dei cittadini costretti a rifornire ingenti quantità di carburante per non rimanere a secco nei giorni di sciopero. Per tale motivo Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori invitano la Guardia di Finanza ad effettuare controlli a tappeto su tutto il territorio, denunciando chi applica rincari ingiustificati. Gli automobilisti sono invece invitati a segnalare alle 4 associazioni aumenti sospetti alla pompa e prezzi eccessivamente alti di benzina e gasolio, così da poter procedere alle relative denunce in Procura.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal