17 gennaio 2022
Aggiornato 20:30
Ipotesi condono edilizio

Napolitano: «Va garantito uno sviluppo rispettoso dell'ambiente»

Forte richiamo del Capo dello Stato: «E' un dovere delle Istituzioni. La crescita rispetti il territorio e la sicurezza»

ROMA - Forte richiamo del Capo dello Stato Giorgio Napolitano a uno sviluppo dell'economia rispettoso dell'ambiente, del territorio e della sicurezza della persone, nei giorni di acceso confronto politico sulla opportunità di inserire nel prossimo decreto sviluppo anche un condono edilizio.

«Occorre operare affinché i processi di trasformazione territoriale, di urbanizzazione e di sviluppo delle attività economiche siano realizzati con la dovuta attenzione alla sicurezza, alla incolumità pubblica ed al rispetto dell'ambiente e delle sue insostituibili risorse» . E «a tal fine - ha scritto Napolitano, in un messaggio al ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Stefania Prestigiacomo, in occasione della prima Giornata nazionale in memoria delle vittime dei disastri ambientali e industriali causati dall'incuria dell'uomo che si celebra insieme alla 61° Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro. si impone un responsabile impegno da parte delle istituzioni, nazionali e locali, della comunità scientifica e degli operatori economici per sviluppare la cultura della previsione e della prevenzione, cui va affiancata una costante e puntuale azione di vigilanza e di controllo.«

Ne rivolgere il suo augurio per «il pieno successo delle iniziative dedicate alla problematiche da affrontare», Napolitano ha inoltre reso pubblicamente «commosso omaggio» a quanti hanno perso la vita per i disastri ambientali e industriali ricordando le drammatiche conseguenze. «La ricorrenza - ha scritto ancora al ministro Prestigiacomo -. rappresenta un'importante occasione di riflessione e di confronto su un tema di grande attualità per il nostro Paese».