16 settembre 2019
Aggiornato 02:00
La crisi negli Stati Uniti

Obama a LinkedIn, dibattito sul tema occupazione

Il presidente americano risponderà alle domande raccolte sulla rete. All'avvicinarsi delle elezioni presidenziali del 2012, Obama sta toccando i livelli più bassi di popolarità

NEW YORK - Dopo Facebook e Twitter, è l'ora di LinkedIn. Il presidente americano Barack Obama farà visita al social network dedicato ai professionisti per un incontro sul tema dell'occupazione. Durante il town hall, Obama sarà sottoposto alle domande raccolte dagli utenti tramite internet.

LinkedIn, il sito web che favorisce lo scambio tra domanda e offerta di lavoro mettendo in rete oltre cento milioni di profili professionali, ha creato un gruppo chiamato Putting America back work per raccogliere le domande da fare al presidente. La modalità è la stessa usata per il town hall organizzato da Twitter: iscrivendosi al gruppo si possono leggere e fare domande, oltre a seguire poi il dibattito con il presidente in diretta.

Durante l'incontro, Obama risponderà alle domande del pubblico presente in sala, cioè dipendenti e membri di LinkedIn, più una selezione di quelle postate online, come spiega l'amministratore delegato Jeff Weiner: «La creazione di posti di lavoro è l'obiettivo più urgente del Paese. Non riesco a pensare ad un modo migliore per affrontare questo problema che coinvolgere milioni di persone interessate a partecipare alla discussione con il presidente».

All'avvicinarsi delle elezioni presidenziali del 2012, Obama sta toccando i livelli più bassi di popolarità da quando è arrivato a Washington. Oltre al calo dei redditi e all'aumento della povertà, è soprattutto la disoccupazione al 9,1 per cento la causa del calo di consenso. L'incontro pubblico di oggi sarà un'occasione per promuovere il piano sul lavoro da lui proposto finalizzato all'aumento dell'occupazione.