18 agosto 2019
Aggiornato 13:00
Agricoltura

Previsioni positive per i semi oleosi

Le organizzazioni agricole e industriali concordano con l’ISTAT sulle intenzioni di semina per l’anno in corso. In particolare, si prevede l’aumento della produzione di girasole e soia

ROMA - Buone prospettive per la produzione italiana di semi oleosi nel 2011. E’ questa la conclusione dell’incontro, tenutosi lunedì scorso presso il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, tra l’ISTAT e le organizzazioni agricole e industriali di categoria.

Nel dettaglio la riunione ha definito le «intenzioni di semina», vale a dire le stime riguardanti il raccolto di semi oleosi, registrando al riguardo l’accordo unanime delle associazioni agricole e industriali con l’Istituto Nazionale di Statistica.

In particolare, le colture di girasole sono destinate ad aumentare del 10%, passando da una produzione totale di 220mila tonnellate a oltre 240mila. L’aumento è ancora più alto per la soia (+15%), con una stima complessiva di 885mila tonnellate.

Si prevede, invece, una diminuzione per la colza, a causa delle cattive condizioni climatiche registrate lo scorso autunno: la produzione totale dovrebbe essere pari a 34mila tonnellate, il 15% in meno rispetto alla precedente annata.