7 giugno 2020
Aggiornato 01:30
La crisi del debito

Wall Street, tonfo listini su paura debito Grecia

Dj -2,02%. Nasdaq -2,98%, S&P 500 -2,38%

NEW YORK - I listini delle principali piazze mondiali sono crollati oggi per la paura che l'Europa non riesca ad arginare la crisi del debito in Grecia. Wall Street ha chiuso con un tonfo, il Dow Jones abbondantemente sotto gli 11.000 punti, mentre l'euro ha toccato il minimo degli ultimi mesi sul dollaro. Il Dow Jones ha ceduto 225,06 punti, il 2,02%, a 10.927 punti, mentre il Nasdaq è scivolato di 74,49 punti, il 2,98%, a 2.424,25 punti . Lo S&P 500 ha chiuso in ribasso di 28,66 punti, il 2,38%, a 2.424,25 punti.

Wall Street ha avuto un andamento altalenante nell'ultima settimana, con l'attenzione degli operatori rivolta all'emergenza greca e alle trattative tra i paesi dell'euro zona e il Fondo Monetario Internazionale per assemblare un pacchetto di aiuti in favore del paese europeo. La tensione è cresciuta ancora quando Standard & Poor's ha deciso di tagliare il rating di Spagna e Portogallo.

Il crollo di oggi non è una sorpresa: molti analisti si aspettavano da un momento all'altro un netto ribasso dei listini. E dopo il rally di ieri, Wall Street non ha retto alle pressioni. La crisi del debito europeo ha offuscato i dati economici positivi diffusi negli ultimi giorni. Anche oggi il comparto manifatturiero statunitense ha confermato il momento di salute: gli ordini alle fabbriche sono cresciuti a sorpresa in marzo, l'11esimo rialzo negli ultimi 12 mesi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal