26 gennaio 2020
Aggiornato 19:30
Pubblico impiego

Uil: Governo ci convochi o sciopero il 21 dicembre

La Uil chiede risposte in tempi brevi sul rinnovo dei contratti degli statali

ROMA - La Uil minaccia lo sciopero dei lavoratori del pubblico impiego a sostegno della vertenza per il rinnovo dei contratti, in scadenza a fine anno. Lo annuncia il segretario generale Luigi Angeletti, che avverte il Governo: o ci sarà una risposta in tempi brevi sulle risorse necessarie per i contratti o sarà proclamato lo sciopero il 21 dicembre.

«Speriamo di avere una risposta dall'esecutivo - afferma Angeletti - in caso contrario proclameremo lo sciopero il 21 dicembre. Per il momento, non ci sono segnali di una convocazione del Governo. Abbiamo già inviato le piattaforme. Con una lettera al premier, Silvio Berlusconi, e ai ministri Giulio Tremonti, Maria Stella Gelmini e Renato Brunetta abbiamo chiesto di avviare le trattative e di aprire una discussione con Regioni ed enti locali. Non attenderemo all'infinito, speriamo di ricevere una risposta». Nei giorni scorsi, la Uil ha avviato le procedure di conciliazione previste dalla normativa sugli sciopero.