19 gennaio 2020
Aggiornato 09:00
Economia. Consumi

Per il Codacons segnali troppo deboli e ripresa lontana

«Serve riduzione dei prezzi del 20% per rilanciare i consumi»

ROMA - Il Codacons non condivide l’ottimismo di Confcommercio sul fronte dei consumi, sulla base dei dati registrati dall’organizzazione che vedono a luglio 2009 un incremento dello 0,5% in termini tendenziali e dello 0,2% rispetto a giugno.

«Si tratta di timidi segnali che non possono ritenersi positivi – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – La ripresa dei consumi è ancora lontana, e le famiglie stringono ancora la cinghia riducendo gli acquisti specie in settori non essenziali. E’ necessario uno sforzo da parte degli esercenti, aumentando la concorrenza, liberalizzando i saldi, e adottando tutte quelle misure utili a far scendere i prezzi al dettaglio».

«Solo di fronte ad una sostanziale riduzione dei listini di almeno il 20% - conclude Rienzi – i consumatori torneranno ad acquistare mettendo in moto l’economia nazionale a vantaggio dell’intero paese».